lunedì 17 marzo 2014

Risotto con i bruscandoli

Risotto_con_i_bruscandoli2

Il risotto con i bruscandoli è un piatto tipicamente primaverile.I germogli del luppolo selvatico che spuntano proprio in primavera sono chiamati bruscandoli in Veneto, “vartìs” in Emilia-Romagna, , “luperi” in Umbria,“luvertìn” in Piemonte.
Hanno sapore vagamente amarognolo e aspetto simile agli asparagi e si usano quasi interamente.

Difficoltà
Facile
Preparazione
10 minuti+tempo per brodo vegetale
Cottura            
ca 35 minuti
Ingredienti
per 4
persone
380 g di riso (ho usato il Vialone Nano)
300-350 g di bruscandoli
70 g di burro+ il burro per mantecare il risotto
1 piccola scalogno
1 bicchiere di vino bianco
1,5 l ca. di brodo vegetale
sale e pepe
per il brodo vegetale
1 cipolla
1 carota
1 porro
1 costa di sedano
prezzemolo
sale e pepe
olio extravergine di oliva


Preparate il brodo vegetale: in una casseruola portate a bollore l’acqua fredda insieme alle verdure, mondate e lavate, e ad un cucchiaio di olio; unite qualche grano di pepe e un pizzico di sale; lasciate sobbollire per 30-40 minuti; non spegnete il fuoco ma tenetelo al minimo, così da mantenere il brodo bollente, durante la cottura del risotto .

Lavate, asciugate e tagliate a pezzetti i bruscandoli ( scartando solo la parte più dura dei gambi).

In una casseruola bassa sciogliete, a fuoco basso il burro in una casseruola e appassitevi, per qualche minuto ( sempre a fuoco basso), lo scalogno tritato finemente.Aggiungete i bruscandoli e fateli cuocere per dieci/quindici minuti. Versate il riso, alzate leggermente la fiamma e fatelo insaporire mescolando molto bene con il cucchiaio di legno. Bagnate con il vino e lasciatelo sfumare

Rovesciate nella casseruola 2-3 mestoli di brodo bollente e, quando questo sarà stato assorbito, aggiungete via via altro brodo: il risotto deve essere curato e mescolato spesso con il cucchiaio di legno. Salate, pepate e cuocete 15 minuti ( il riso dovrà risultare cotto al dente cioè cotto al punto giusto: in altre parole, deve conservare la sua consistenza).

Mantecate il risotto: aggiungete il rimanente burro freddo a pezzetti (se volete anche un cucchiaio di parmigiano reggiano) e mescolate fino al suo scioglimento.



4 commenti :

  1. ma sai che non l'avevo mai sentito nominare questo piatto? sarei curiosissima di assaggiarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un risotto speciale da provare

      Elimina
  2. Ricco di gusto e sapore, mi trascrivo la ricetta, ti ringrazio, un caro saluto.
    Gianni B.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gianni, sempre gentile.Saluti cari

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...