lunedì 4 novembre 2013

Dessert alle fragole e Porto

Dessert_con_fragole_e_Porto

Questo dessert alle fragole e Porto è una vera delizia. Si scalda un po’ di Porto ed un po’ di miele, si aggiungono le fragole e le fragoline che si frullano dopo pochi minuti, si unisce la colla di pesce e la delizia è pronta per riposare almeno due ore in frigorifero (meglio una notte). Le fragole sono apprezzate fin dall’antichità. Esaltate anche da Virgilio, il Re Sole ne pretese la coltivazione a Versailles mentre Shakespeare le definì “cibo delle fate”.

Difficoltà
Facile
Preparazione
10 minuti
Cottura
30 minuti+ riposo
Ingredienti
per 4 persone
500 g di fragole
160 g di fragoline
5 cucchiai di miele
succo di mezzo limone
2 cucchiai di zucchero di canna
un quarto di bicchiere da vino di Porto(rosso)
8 g di gelatina in fogli (colla di pesce)




Fate ammorbidire la gelatina in poca acqua fredda. Lavate le fragole e le fragoline e asciugatele con carta da cucina (tenete da parte qualche fragolina per la guarnizione finale). Spremete mezzo limone.

In una casseruola scaldate per pochi minuti il Porto, il succo spremuto di limone ed il miele e mescolate in modo di miscelare bene gli ingredienti. Aggiungete le fragole tagliate a spicchi e fatele cuocere per qualche minuto in modo di farle ammorbidire. 

Aggiungete le fragoline e lo zucchero di canna, mescolate e dopo 2-3 minuti frullate il tutto con un frullatore ad immersione. Strizzate la gelatina ed unitela al composto ancora caldo mescolando bene in modo di farla amalgamare bene al composto.

Versate il composto in quattro coppe individuali e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente. Quindi ponete le coppe in frigorifero per almeno 2 ore ( meglio una notte). Servite le coppe decorandole con le fragoline che avete messo da parte.

Le coppe possono essere anche guarnite con un ciuffo di panna montata.


Il Porto è un vino invecchiato prodotto in una Regione ristretta del Portogallo. E’ liquoroso e profumato. E’ prodotto sia da vitigni rossi ( ed allora ha un colore che varia dal rosso cupo al rosato) che da vitigni bianchi ( ed allora ha un colore che varia dal dorato al bianco pallido).


Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...